giovedì 4 aprile 2019

La foresta assassina - Sara Blædel

Titolo: La foresta assassina • Autore: Sara Blædel • Editore: Fazi • N.pagine 301 • Anno di pubblicazione 2018 • Copertina flessibile € 15,00 • Ebook € 6,99

TRAMA
È una notte importante, per il quindicenne Sune. Cresciuto in una comunità neopagana scandinava, è finalmente giunto il momento del suo rito di iniziazione: insieme al padre uscirà di casa bambino, per farvi ritorno da uomo. È il suo rito. Un falò è stato acceso in mezzo alla foresta; le lingue di fuoco vibrano nell'oscurità e le ombre nere oscillano fra gli alberi; gli uomini sono tutti lì per lui, per accoglierlo nel loro cerchio.. E poi, ecco una donna. Una prova difficile... Quella notte Sune sparirà nel nulla. Le indagini sono affidate alla detective Louise Rick, che è tornata al dipartimento di polizia dopo una lunga assenza forzata. Hvalso, teatro della scomparsa del ragazzo, è il suo paesino d'origine, e per Louise questo caso si rivela un vero e proprio viaggio a ritroso nel tempo, che la costringerà a fare i conti con i misteri del suo passato: il suo fidanzato potrebbe non essersi suicidato, come credeva. Correndo gravi pericoli, riscoprirà poco alla volta una cittadina dove il manto invernale del Nord ha coperto ogni cosa ma dove, dietro paesaggi gelidi e immacolati, si nascondono terribili segreti e legami mortali.


Oggi vi faccio fare un giro nella campagna danese, ma non pensate ad una scena bucolica con fiorellini e uccellini cinguettanti, tutt'altro, sarà piuttosto un'escursione carica di angoscia quella che faremo a fianco di Louise Rick, l'investigatrice nata dalla brillante penna di Sara Blædel, conosciuta per la prima volta tra le pagine del thriller "Le bambine dimenticate" (recensione qui).
In questo romanzo Louise rientra al lavoro dopo un periodo di riposo forzato in seguito alle vicende che  l'hanno vista coinvolta nel libro precedente. La sua vita ha ripreso un ritmo più tranquillo, complice anche la vicinanza del collega, Eik, che per lei prova qualcosa più di semplice amicizia, e il primo caso che le viene affidato al rientro riguarda la scomparsa di un quindicenne, Sune, avvenuta nei boschi intorno al suo paese d'origine. Louise conosce bene la famiglia di Sune, e soprattutto conosce gli amici del padre, persone dalle quali preferirebbe tenersi lontana perché le riportano alla mente un periodo doloroso della sua vita, con il quale non ha ancora chiuso i conti.
L'indagine sulla scomparsa del ragazzo si intreccerà con il suo passato, riportando a galla domande ancora senza risposta, dubbi non ancora fugati, sospetti atroci che non hanno mai trovato conferma, nonostante il passare degli anni.
A fianco di Louise visiteremo un cimitero profanato, seguiremo tracce di sangue attraverso un bosco malevolo, teatro di antichi riti pagani ancora praticati dalla comunità neopagana del posto, del quale fa parte il padre del ragazzo e la combriccola di amici che furono amici anche del suo compagno, morto suicida anni prima. Scopriremo un sottomondo fatto di sacrifici animali, riti propiziatori e riti di passaggio dall'infanzia all'età adulta, atrocità mascherate da gesti propiziatori e nefandezze sepolte nel folto della foresta.
Sara Blædel, oltre che nel creare atmosfere cupe e coinvolgenti, è maestra nel delineare i personaggi, dai più odiosi, come i rozzi neopagani, ai più amabili, tra i quali troviamo Elinor, un'anziana donna di pochissime parole che vive ai limiti del bosco, una sorta di custode della natura e degli elementi sacri in essa custoditi, un personaggio che ho particolarmente amato.
In questo romanzo l'autrice ci mette anche a conoscenza del lato più nascosto della moderna Danimarca, conosciuta per il suo livello di civiltà, di rispetto delle norme civili e dei pari diritti tra uomini e donne, quasi che questa sia ad appannaggio della vita di città, una sorta di "copertina" dietro la quale scorrono pagine molto meno civili, dove la misoginia è all'ordine del giorno e gli antichi riti pagani sono tutt'altro che dimenticati.
Un thriller dove non troverete la classica corsa contro il tempo alla scoperta dell'assassino, ma che vi terrà comunque con il fiato sospeso, che vi farà arrabbiare e che vi farà desiderare di abbracciare Sune, ragazzino che si ritroverà suo malgrado ad affrontare scelte che altri hanno fatto al posto suo, cercando di cambiare il corso delle cose.
Io ora ritorno in compagnia di Louise, tra le pagine del nuovo romanzo, La donna scomparsa, pubblicato da Fazi il 21 marzo scorso, che ho avuto la fortuna enorme di aggiudicarmi ad un giveaway organizzato proprio dalla Casa Editrice, del quale vi parlerò presto!




Fonti immagini:
unimondo.org
altrogiornale.org

1 commento:

  1. My new blog is www.gulsahworld.com. I will be happy if you subscribe to my blog .Kisses

    RispondiElimina