giovedì 17 gennaio 2019

Mary Poppins - P. L. Travers

Trama: Quando Mary Poppins, sospinta dal Vento dell’Est, si posa davanti al numero 17 del Viale dei Ciliegi, tutto cambia nella vita della famiglia Banks. La più stravagante tra tutte le bambinaie, con i suoi guanti bianchi e la borsa magica  che contiene persino un letto da campo, scivola leggera sulla ringhiera ed è pronta a incantare i bambini in avventure  sorprendenti. E noi, come Giovanni e Michele, non possiamo che sospirare: “Mary Poppins, non ci lascerai mai, vero?”.
Titolo: Mary Poppins
Autrice: Pamela Lyndon Travers
Voce Narrante: Paola Cortellesi
Editore: Emons Libri
Durata: 4h e 24'
 
 
 
Dopo aver finito di ascoltare questo audiolibro un solo aggettivo a mio parere riesce a definire Mary Poppins: ineffabile. Credo di non aver mai incontrato un personaggio più misterioso, impossibile riuscire a comprenderne tutte le mille sfaccettature, ma come scrivo spesso, andiamo con ordine. Confesso di non aver  mai visto il famoso film che ne hanno tratto, nonostante i mille passaggi televisivi, soprattutto nel periodo natalizio: un appuntamento mancato per oltre 45 anni. E poi? Poi ho deciso di prendere l'audiolibro da ascoltare insieme ai miei figli durante il tragitto casa - scuola e scuola - casa. Dalla prime righe lette dalla Cortellesi è nata la magia. In via dei Ciliegi all'improvviso ci siamo andati anche noi con il Vento dell'Est e abbiamo desiderato che il Vento dell'Ovest non arrivasse mai a portarci via.
Questo è l'ennesimo caso di un libro che per molto tempo non ho mai considerato e che poi si è rivelato imprescindibile: mi chiedo quanti altri romanzi attendano pazienti il loro turno per poi rivelarsi in tutta la loro potenza. L'incontro con Mary Poppins è stato ancora più intenso perché arricchito dallo stupore di mio figlio che spesso durante la giornata ripeteva delle frasi ("Date da mangiare agli uccelli. Cinquanta centesimi al pacchetto!") instaurando una complicità con me e con il libro che, devo ammetterlo, mi deliziava più di un dieci in matematica. La bravura della Cortellesi, la sua verve e la sua espressività hanno reso ancora più evidenti la modernità e l'umorismo del testo.
Mary Poppins è un'istitutrice, lontana parente di Jane Eyre, ma di strada ne ha fatta molta. Non dà referenze, esige una giornata libera ogni 15 giorni e non tollera ingerenze esterne. E' arrivata e se ne andrà. Seria, magica, vanitosa (quante volte si rimira in specchi e vetrine?), burbera, severa e spesso umorale comprende il linguaggio degli animali, ha uno zio che beve il tè sospeso sul soffitto, un amico con il quale riesce ad entrare dentro i quadri ed è cugina di un cobra. E non ho elencato molte altre sue "particolarità". Tutto questo profuma di libertà e di sfrenata fantasia, ma anche di un pizzico di ribellione. Incontrarla cambia la vita, ma lei comunque ci concederà solo un lieve sorriso e nessuna spiegazione o ammissione. Non si svela mai, la possiamo solo osservare a bocca spalancata senza mai avere il sollievo di una conferma. L'abbiamo visto o solo sognato? Resta lontana, molto lontana da noi, ma che dono ci ha fatto?
Una volta terminato l'ascolto mi è rimasto il desiderio di possedere il libro, per rileggerlo facendo risuonare nelle orecchie la risata contagiosa di Paola.
Un audiolibro  da solo non può bastare, come non basta l'ebook: se il libro lo hai amato tanto ci devi ritornare sopra, in picchiata, tra le braccia della pagina scritta (e in questo caso anche illustrata). Solo questo alla fine mi appaga.
Non penserete mica voglia dare un voto a Mary Poppins! Non ho nemmeno definito recensione questi miei pensieri sparsi, posso solo darvi un piccolo suggerimento:
Leggetelo, ascoltatelo, vivetelo. L'ineffabile Mary Poppins non ha paura del tempo che passa: è nata moderna e lo è rimasta.
 


12 commenti:

  1. Che belle riflessioni Lea! Non ho mai letto il libro, ma da piccola ho visto il film e ricordo che, da bambina già ipercritica e un po' rompiscatole, guardavo con sospetto questo personaggio così particolare! Sarebbe senz'altro interessante leggere il libro a tutti questi anni di distanza!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nadia! Per me è stata una bella scoperta. Ora passerò al Mago di Oz, penso.

      Elimina
  2. Ciao! Pur essendo una fan del personaggio di Mary Poppins ed avendo visto tutti i film a lei dedicati (quello vecchio, quello nuovo, Saving Mr Banks) devo ammettere che il libro… mi manca! è un appuntamento da non rimandare più...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me è piaciuto Saving Mr. Banks. Ora devo proprio decidermi a guardare il film con la Andrews.

      Elimina
  3. Sono venuta di filato a leggerti, Lea, perché non riuscivo a crederci: cioè, ieri mettevo i puntini sulle "i" sul sequel Disney in un post FB, e stamattina cosa mi trovo, la tua non-recensione! (Lascia stare, per me questa è una SIGNORA RECENSIONE, a leggerne di recensioni così!). I libri di Mary Poppins però, in tutta onestà, no, non li ho mai letti, ma è bello scoprire dalle tue parole che il film le ha reso perfettamente giustizia, perché è proprio così che appare, ineffabile, un mistero che non riesci mai a sciogliere completamente. Consiglio: guardati prima Mary Poppins (il PRIMO, quello VERO) e poi Saving Mr Banks, anzi, meglio ancora, guardali insieme, perché sono due film complementari.

    Un abbraccio
    (e buon anno di letture e cose bellissime).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto i casi della vita? Le tue incursioni qui sono sempre graditissime Rosa. Un bacio

      Elimina
  4. Voglio leggerlo da quando ho visto Saving Mr Banks, stupendo, pur non amando la Mary della Disney. Anche l'esperienza dell'audiolibro incuriosisce, anche se temo che mi distrarrei troppo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco che l'audiolibro possa portare alla distrazione, ma io lo considero un rafforzativo e non l'unico modo. Ora ad esempio sto ascoltando il secondo dei Cazalet e siccome ogni tanto mi perdo, mi "ritrovo" tra le pagine del libro. :-)

      Elimina
  5. C'è il giusto tempo per ogni libro.... Mary Poppins ti ha attesa con pazienza ma è riuscita a conquistarti in un batter di ciglia!!! Io ho visto solo il famoso film, e ti consiglio di vedere anche "Saving Mr. Bank"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Lisa. In realtà l'ho visto tempo fa e anche per quello è nata la curiosità. Grazie di essere passata.

      Elimina
  6. Leggerò presto l'edizione illustrata, l'audiolibro non mi convince del tutto, ho bisogno di ritornare su alcuni punti, con i miei ritmi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il libro lo voglio prendere anch'io, ma sono indecisa tra quella illustrata dalla Child e un'altra molto carina. Ora con Pietro stiamo ascoltando le streghe di Dahl. Da brivido.

      Elimina