giovedì 20 dicembre 2018

[Bookswiffer] - Il metodo del coccodrillo - Maurizio de Giovanni


Torna l'appuntamento con la rubrica Bookswiffer, che con l'aiuto di Laura La Libridinosa e Laura de La Biblioteca di Eliza, mi consente di spolverare la libreria dei libri comprati e non ancora letti (no, non ho smesso di comprarne, non illudetevi) e di sceglierne uno ogni mese. Ognuna di noi propone cinque titoli tra i quali verrà scelta la lettura per questa rubrica. 
Questo mese La Libridinosa ha scelto per me "Il metodo del coccodrillo" di Maurizio de Giovanni.

Titolo: Il metodo del coccodrillo • Autore: Maurizio de Giovanni • Editore: Einaudi • N.pagine 300 • Anno di pubblicazione 2016 • Copertina flessibile € 14,00 • Ebook € 7,99

TRAMA
Un killer freddo e metodico sta seminando il panico in città. Lo chiamano il Coccodrillo. Come il rettile sa aspettare la preda e colpirla al momento giusto, e dopo aver ucciso piange, o almeno cosí sembra. Delle indagini finirà con l'occuparsi, quasi per caso e con disappunto dei superiori, un ispettore siciliano trasferito da Agrigento per punizione. Un pentito lo ha accusato di collaborare con la mafia e lui ha perso ogni cosa: il lavoro, la moglie, la figlia. Il suo nome è Giuseppe Lojacono e sorprenderà tutti, tranne il giovane magistrato Laura Piras, donna brusca e appassionata che crede in lui da subito. I due avranno modo di incontrarsi di nuovo: a Pizzofalcone


Quando ho sottoposto a Laura i cinque titoli per la scelta, ho fortemente sperato che scegliesse lui, perché da un po' di tempo avevo voglia di fare la conoscenza di Lojacono, senza riuscire a creare l'occasione. Quindi ho piazzato questa bella costa gialla (giaaaaaaalllaaaa) al centro, tra coste di colori scuri in modo che spiccasse e ho incrociato le dita. La mia strategia ha funzionato, perciò oggi posso parlarvi della genesi della serie de I bastardi di Pizzofalcone.
Di de Giovanni ho letto il primo Ricciardi e Sara al tramonto, facendomi affascinare dal suo stile di scrittura, scorrevole, coinvolgente, ammaliante, e devo dire che in questo romanzo tutte queste sensazioni sono state amplificate. Il metodo del coccodrillo è un libro che una volta iniziato si insinua nella mente del lettore e lo invita a restare incollato alle sue pagine. 
De Giovanni ha creato dei personaggi complessi, sfaccettati, e li ha inseriti in un contesto di normalità quotidiana ammantata di grigio e tristezza, nel quale il dolore che risiede nei loro animi prende forza, esce dalle pagine e raggiunge il lettore quasi con violenza. 
Il "cattivo" di questa storia non è il classico assassino per il quale provare rabbia, ma è un uomo con un passato pesante alle spalle con il quale non è ancora riuscito a chiudere i conti, e questa pesantezza l'ho sentita gravare anche sulle mie spalle che alle volte si piegavano sotto la cappa di tristezza che traspare dalle sue parole. Le sue motivazioni ci vengono svelate poco alla volta, creando curiosità e al contempo paura di sapere e giunti alla fine il suo dolore è anche un po' nostro, pur non condividendo le sue scelte sono arrivata a capirle e a provare un grande senso di pena per un uomo sopraffatto dagli eventi.
Il commissario Lojacono viene tratteggiato con precisione, il suo esilio lavorativo corrisponde al suo esilio emotivo e sarà la sua malinconia mista a rabbia a dargli la motivazione per capire fino in fondo la psicologia del Coccodrillo
"Il Coccodrillo è una perfetta macchina di morte"
perchè le sue scelte hanno una radice profonda e precisa e nulla può distoglierlo dal suo obiettivo e solo Lojacono pare averlo compreso.
Il finale di questo romanzo mi ha creato un senso di angoscia crescente, un bisogno impellente di sapere cosa sarebbe successo, mi sono ritrovata a correre con Lojacono e alla fine della corsa un pugno allo stomaco mi ha lasciato senza fiato, uno dei finali più duri e dolorosi letti finora, ma forse è l'unico finale degno dell'atmosfera che permea tutta la narrazione.
Un libro che vi consiglio vivamente di leggere anche se non siete amanti dei libri in serie, essendo in sé un romanzo autoconclusivo, ma se devo essere onesta devo dire che mi ha lasciata con la curiosità di conoscere meglio Lojacono.
Ora passate a scoprire che libro ha spolverato ieri La Libridinosa e appuntamento a domani con La biblioteca di Eliza.



4 commenti: