Il metodo della fenice - Antonio Fusco

TRAMA
Novembre, il mese dei morti e della pioggia. Una telefonata anonima sveglia la centrale di Valdenza alle prime luci dell’alba. Il commissario Casabona, che per via di uno scontro con sua moglie da un paio di giorni dorme in questura, è il primo a precipitarsi sul posto: sotto il vecchio ponte di Campanelle, ai confini del bosco dove vive appartata la misteriosa comunità degli Elfi, viene rinvenuto il corpo di una giovane donna, nudo e parzialmente carbonizzato.
Un compito facile per la Scientifica, perché nelle vicinanze emergono subito indizi utili all’indagine. Troppi e troppo in fretta, pensa Casabona. Tanto più che il presunto colpevole viene trovato di lì a poco: in fondo al lago, al volante della sua auto; annegato in seguito a quello che risulta un banale incidente. Ma Casabona non ci sta: il suo istinto gli dice che dietro la storia delle due vittime – lei entraîneuse in un night club, lui pornoattore di fama locale – si nasconde qualcosa di molto più torbido. Qualcuno sta cercando di insabbiare verità scomode che premono per venire alla luce. E qualcuno vuole vedere il fuoco della vendetta ardere sino in fondo, perché è solo dalle ceneri che si rinasce a nuova vita. Per sciogliere il mistero, Casabona dovrà affondare le mani nel ventre molle della provincia italiana, dove l’unica cosa che conta è l’apparenza, eppure niente è come appare. Un’esperienza così sconvolgente e accecante da indurlo a dubitare persino dei suoi affetti più cari.

Titolo: Il metodo della fenice • Autore: Antonio Fusco • Editore: Giunti • N.pagine: 240 • Anno di pubblicazione: 2016 • Copertina flessibile: € 12,90 • Ebook: € 2,99


Terza indagine per il commissario Casabona, che in questo romanzo conosceremo più in profondità nel suo lato umano e familiare. 
Stavolta l'indagine prende il via dal ritrovamento del cadavere semicarbonizzato di una giovane donna, caso all'apparenza di semplice soluzione, dato che indizi e prove conducono ad un'unica strada, ossia la colpevolezza di un giovane attore a luci rosse il cui cadavere viene ritrovato di lì a poco: il giovane sarebbe annegato apparentemente in seguito ad un incidente d'auto. 
Ma si sa che le soluzioni troppo semplici non sono mai altrettanto credibili e Casabona sente puzza di imbroglio. Troppi particolari si incastrano l'uno sull'altro senza nemmeno lo sforzo di doverli posizionare e il nostro commissario non è uomo da poter raggirare facilmente.
La sua esperienza e il suo fiuto lo portano ad andare oltre le apparenze e lo conducono nella torbida vita sotterranea di persone all'apparenza rispettabili.

"La verità non è mai quella che appare e non è per tutti."

Avrete notato che ho fatto abbondante uso del termine "apparente", perché questo romanzo pone l'accento proprio su questo aspetto: l'apparenza delle cose e quanto ci si sforzi per apparire "congrui" con l'ambiente che ci circonda. Casabona stesso, nel suo privato, si ritroverà a dover fare i conti con le apparenze e dovrà decidere se dar credito a ciò che appare o aggirare la facciata per scoprire cosa si cela dietro. 
La scrittura di Fusco è scorrevole e fluida e si fa più intrigante di romanzo in romanzo, dando corpo ad un protagonista al quale è difficile non affezionarsi, che si muove in una realtà nella quale i lettori italiani riconoscono, senza sensazionalismi o tecniche investigative sofisticate, senza scimmiottare gli autori di bestseller americani, ma raccontando storie credibili e intriganti. 
Una serie che consiglio di leggere a tutti gli appassionati di investigazioni e storie gialle con un tocco di calore umano.



CONVERSATION

2 commenti:

Back
to top