La fidanzata - Michelle Frances


TRAMA
Lei ama tuo figlio. Lei vuole la tua vita
Laura sa di essere una madre iperprotettiva e – in fondo – gelosa di suo figlio Daniel, un brillante neolaureato dal futuro luminoso. Così, quando Daniel le presenta la sua nuova fidanzata, Cherry, lei si impone di essere gentile e addirittura invita la ragazza per qualche giorno di vacanza nella villa di famiglia a Saint Tropez. Ma tutti i suoi buoni propositi vanno in frantumi quando scopre che Cherry si fa riempire di regali e, soprattutto, ha mentito a Daniel riguardo al suo passato e al suo lavoro. E poi c’è sempre quella sgradevolissima sensazione che Cherry nasconda un lato oscuro e che stia tramando per metterla in cattiva luce col figlio. No, Laura non può rimanere a guardare mentre una spregiudicata arrampicatrice sociale cerca di rubarle Daniel. Deve agire. Ma sta per commettere un errore imperdonabile…
Cherry odia la sua vita. E adesso, finalmente, ha la possibilità di riscattare tutte le umiliazioni subite in passato grazie all’amore di Daniel. Un ragazzo ricco, bello, generoso. Peccato che tra lei e la felicità ci sia ancora un ultimo ostacolo: l’invadente, onnipresente Laura. Cherry è convinta che, dietro un’apparenza di sorrisi e buone maniere, Laura la disprezzi e sia disposta a tutto pur di tenerla lontana da Daniel. E allora l’unica soluzione è screditarla, farla apparire come una madre paranoica e pericolosa agli occhi del suo stesso figlio. Sì, sarà proprio Daniel l’alleato più prezioso per rendere l’esistenza di Laura un inferno. E per conquistarsi così la vita da favola che lei ha sempre sognato…
Titolo: La fidanzata • Autore: Michelle Frances • Editore: Nord • N.pagine: 443 • Anno di pubblicazione: 2017 
• Copertina rigida € 16,90 • Ebook € 4,99



L'estate è la stagione dei thriller, sarà perché si ha l'impressione che il brivido che la lettura ci provoca possa dare sollievo dal caldo torrido? Ok, questa era pessima, ma resta il fatto che l'estate sia la stagione d'elezione per questo genere di letture, anche se io li leggo sempre volentieri, ma con il timore di chiudere l'ultima pagina con un senso di insoddisfazione.
Quando ho visto la recensione di questo romanzo sul blog di Laura con una bella sfilza di cupcake, ben 5, ho deciso che volevo leggerlo. E poteva Laura sbagliare un colpo? Giammai!
Questo romanzo, nonostante io non lo definirei propriamente un thriller perché la tensione non è al cardiopalma come nei thriller che piacciono a me, è scritto molto bene e ha un ritmo costante, la narrazione scorre mantenendo il giusto grado di tensione che porta il lettore a girare pagina per scoprire quale sarà la mossa successiva e da chi arriverà.
La storia non è certo originale: nella vita di Daniel, figlio unico di una coppia facoltosa in crisi matrimoniale, arriva Cherry, una ragazza cresciuta nei bassifondi di Londra con una madre vedova che si ammazza di lavoro per garantire un piatto in tavola e un'istruzione alla figlia.
Cherry ha sempre patito questa sua condizione e cerca in tutti i modi il suo riscatto nel più classico, semplice e squallido dei modi: trovando un buon partito con il quale accasarsi ed entrare nel dorato mondo dei ricchi.
Fallito un primo tentativo e trovato un impiego presso un'agenzia immobiliare che si occupa di immobili prestigiosi, fa la conoscenza di Daniel. Il primo passo lo fa lui, ma appena Cherry realizza quale opportunità le offre il destino fa di tutto per non lasciarselo sfuggire.
Daniel ha un rapporto molto stretto con la madre, Laura, la quale molto presto inizia a non vedere chiaro nel rapporto tra i due ragazzi. Cherry, che stupida non è, lo intuisce. Prende il via un sussuseguirsi di piccoli e grandi gesti reciproci volti ad eliminare la rivale. Nulla di eclatante, piccole cose, grandi bugie, ma che fanno crescere l'astio tra le due e anche tra il lettore ed entrambe le protagoniste. Durante la lettura, infatti, mi sono ritrovata spesso a dire "Eh, va bene che lei ti ha giocato un brutto tiro, ma pure tu a stronzaggine non stai messa male!" rivolto ora a una, ora all'altra.
E in tutto ciò Daniel che fa? La pallina del calcio balilla, ovviamente, rimbalzato da un sospetto ad un altro, senza riuscire a farsi un'idea precisa sulla sincerità delle due donne della sua vita.
Un romanzo che si legge veramente in pochissimo tempo, nonostante le quattrocento e passa pagine e che a fine lettura mi ha lasciato un senso di soddisfazione, nonostante il finale sia un filino scontato e banale, cosa che però non ha inficiato il piacere dell'intera lettura.


CONVERSATION

6 commenti:

  1. lo devo prendere anche se non è un thriller effettivo devo leggerlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che non è un thriller nel senso in cui lo intendo io, ma è molto coinvolgente e appassionante.
      Un bacio

      Elimina
  2. Sono curiosa anch'io adesso! Magari però lo cerco in biblioteca.

    RispondiElimina

Back
to top