Le improbabiliste di aprile

Con cadenza assolutamente casuale, torniamo con le nostre TBR.
• L'improbabilista di Stefi (Bacci):
Il mese di aprile è pregno di nuove uscite che attendo da un po', ragione per cui la foto è un po' scarna, ma la lista bella bella!


In cartaceo già in mio possesso:
- "Le poche cose certe" di Valentina Farinaccio, non potevo non acquistarlo dopo i fiumi di lacrime versati con "La strada del ritorno è sempre più corta";
- "Nostalgia del Sangue" di Dario Correnti, un thriller che mi incuriosisce oltre per le recensioni lette anche per il fatto che è scritto da due autori che si nascondono dietro uno pseudonimo (e queste cose solleticano sempre il mio lato scimmiesco - nel senso della curiosità, prima che facciate battutacce da bar!), inoltre c'è un altro motivo che mi porta a leggerlo e ve lo svelerò quanto prima;
- "Vittoria" di Barbara Fiorio, ho adorato il suo "fungone" ("Qualcosa di vero"), adoro leggere i suoi post, adoro il suo gatto Brodo e sapere che in questo romanzo c'è un gatto che si chiama Sugo mi fa fremere di impazienza. E poi ha una copertina bellissima!
- "Tutta la vita che vuoi" di Enrico Galiano e non devo spiegarvi perché, vero? Riguardo a questo romanzo ci sarà a breve una sorpresa, quindi stay tuned!
- "La scrittrice del mistero" di Alice Basso - almeno potrò scendere dal muretto dove mi sto congelando le chiappe da maggio dell'anno scorso, attendendo questa uscita!

Questi sono i miei titoli per aprile e sono certa di riuscire a leggerli tutti tutti! 

Ora vediamo cosa ha intenzione di leggere Lea:
Assolutamente voglio leggere Galiano, la Fiorio e la Basso, proprio come Stefi!


In aggiunta mi incuriosisce il nuovo romanzo di Daria Bignardi "Storia della mia ansia"
 e poi ho sul comodino "Patria" di Fernando Aramburu, del quale ho sentito parlare con grande ammirazione. So che si tratta di un libro impegnativo che forse mal si accorda con i tanti impegni lavorativi che ho in agenda nel mese di aprile, ma voglio provarci.



Cinque libri a testa, di cui tre in comune, non sono male come obiettivo. Ce la faremo? Chissà.
A presto.






CONVERSATION

4 commenti:

  1. I tre italiani su tutto, questo mese. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora che mi hai fatto porre attenzione, per me cinque italiani su cinque!
      E questa cosa non può che farmi piacere.
      Stefi

      Elimina
  2. Cavoli Lea, mi era parso di capire che il libro della Bignardi lo avessi già finito. Devo essermi confusa!

    RispondiElimina

Back
to top