[Questa volta leggo #2] L'assassinio di Florence Nightingale Shore - Jessica Fellowes


Buon sabato, lettori!
Oggi torna l'appuntamento con la rubrica "Questa volta leggo..." ideata dai blog La LibridinosaLa lettrice sulle nuvole e Le mie ossessioni librose. L'argomento scelto per il mese di marzo è "...un libro che non sei riuscita a leggere nel 2017" e la mia scelta è caduta su questo romanzo dalla copertina meravigliosa, che oltretutto mi è stato regalato per il compleanno dalle Laure Ciambelle (Libridinosa e Eliza) e che desideravo ardentemente leggere. Questa è l'ultima recensione del mese, perciò vi diamo appuntamento al 4 aprile sul blog de La lettrice sulle nuvole con il nuovo argomento!


TRAMA
Il 12 gennaio 1920 l'infermiera Florence Nightingale Shore ore arriva a Victoria Station nel primo pomeriggio, in taxi, un lusso che ritiene di meritare a un passo dalla pensione e dopo una vita di sacrifici. Il mezzo di trasporto si intona, infatti, alla sua pelliccia nuova, regalo che si è concessa per il compleanno e che ha indossato per la prima volta solo il giorno precedente. Dopo aver acquistato un biglietto di terza classe per Warrior Square, Florence Nightingale Shore si accomoda nell'ultimo vagone, dove attende che il treno si metta in movimento. Poco prima della partenza nel suo scompartimento entra un uomo con un completo di tweed marrone chiaro e un cappello, È l'ultima volta che qualcuno la vedrà viva. Il giorno stesso, sulla medesima tratta, la diciottenne Louisa Cannion salta giù da un treno in corsa per sfuggire all'opprimente e pericoloso zio, che vorrebbe sanare i propri debiti «offrendo» la nipote a uomini di dubbia reputazione. A soccorrerla è un agente della polizia ferroviaria, Guy Sullivan, un ragazzo alto e allampanato, gli incisivi distanti e gli occhiali spessi e tondi che gli scivolano sempre dal naso. Affascinato dalla determinazione della giovane, Guy si offre di aiutarla a raggiungere Asthall Manor, nella campagna dell'Oxfordshire, dove la ragazza deve sostenere un colloquio di lavoro come cameriera addetta alla nursery presso la prestigiosa famiglia Mitford. Louisa riesce a farsi assumere, divenendo istitutrice, chaperon e confidente delle sei sorelle Mitford, specialmente della sedicenne Nancy, una donna intelligente e curiosa con un talento particolare per le storie, talento che le permetterà poi di essere una delle più sofisticate e brillanti scrittrici britanniche del Novecento. Sarà proprio la curiosità di Nancy a spingerla a indagare, con l'aiuto di Guy, sul caso che sta facendo discutere tutta Londra: quello dell'infermiera assalita brutalmente sulla linea ferroviaria di Brighton. Basato sul vero omicidio, rimasto irrisolto, di Florence Nightingale Shore, questo è il primo romanzo di una serie di gialli ambientati nell'Inghilterra degli anni venti e trenta, con protagoniste le sei «leggendarie» sorelle Mitford.

Titolo: L'assassinio di Florence Nightingale Shore - I delitti Mitford • Autrice: Jessica Fellowes • Editore: Neri Pozza • N.pagine: 397 • Anno di pubblicazione: 2017 • Copertina flessibile € 18,00 • Ebook € 9,99



Trovo che l'idea di questa serie di romanzi sia geniale: cercare di dare una soluzione a sei celebri casi rimasti irrisolti facendoci condurre nelle indagini dalle sei celebri sorelle Mitford, distintesi per il loro essere antinconvenzionali e anticonformiste, e per il loro esporsi soprattutto in questioni politiche. 
E Jessica Fellowes centra l'obiettivo nel dipingere alla perfezione la società inglese di inizio secolo, un'Inghilterra dilaniata dalla Grande Guerra che pian piano cerca di rimettere insieme i pezzi e ridarsi un contegno.  In questo primo romanzo è Nancy, la sorella maggiore - poi divenuta una affermata scrittrice - la coprotagonista della narrazione, che si svolge intorno al 1920, quando Nancy da ragazza si trasforma in una giovane donna.

La famiglia Mitford

In quel periodo nasceva l'ultima delle sorelle e la tata necessitava di un aiuto nella gestione delle irrequiete bambine, ragione per cui venne assunta Louisa Cannon, umile figlia di una lavandaia bisognosa di denaro per aiutare la madre rimasta vedova e di fuggire dalle insane attenzioni dello zio paterno. Ed è proprio mentre Louisa cerca di fuggire dal suo subdolo zio che prende il via la vicenda: per una serie di coincidenze si ritrova infatti a viaggiare nello stesso treno dove si sta consumando l'assassinio dell'infermiera di guerra Florence Nightingale Shore, nipote della più celebre Florence Nightingale, fondatrice dell'assistenza infermieristica così come la conosciamo oggi. 


I personaggi che popolano questo romanzo sono molti, ma non c'è il rischio di far confusione perché l'arte della Fellowes nel caratterizzarli li rende perfettamente riconoscibili. Ho molto apprezzato il fatto che non sia stata rappresentata una netta divisione tra le classi sociali, ma al contrario una commistione tra persone di diversa estrazione, tutte unite nell'intento di giungere alla soluzione di un caso all'apparenza insolubile. Assistiamo quindi alla nascita dell'amicizia tra Nancy Mitford e Louisa, tra Louisa e Guy Sullivan, poliziotto ferroviario con alte ambizioni frenate da un carattere mite e remissivo, tra Nancy e Roland Lucknor, un reduce di guerra che pare nascondere più di qualche segreto.
La narrazione scorre fluida e passata la metà del libro avevo l'urgenza di scoprire dove mi avrebbe portato l'autrice, come si sarebbero annodati i vari fili sparsi lungo tutto il libro e facevo congetture sulla soluzione del caso che, giunta alle ultime pagine, sono miseramente crollate in favore di una soluzione per nulla scontata.
Siamo di fronte alla costruzione di un giallo classico, alla Agatha Christie, ma anche ad un romanzo storico impeccabile, tanto che durante la lettura mi sono spesso ritrovata a sentire l'odore del tè appena versato o degli scones appena sfornati (ecco, ora mi è tornata la fame!).
Un romanzo del quale consiglio vivamente la lettura agli amanti di entrambi i generi: non rimarranno certamente delusi. 
A me non rimane che attendere con impazienza il prossimo libro, per poter ritrovare una Nancy sicuramente più adulta e per scoprire a quale caso sarà abbinato l'ingresso nell'età adulta di Pamela (almeno immagino andrà così ;) )








Commenti

  1. Pur non amando molto i gialli “classici”, questo romanzo è stato sicuramente la mia grande eccezione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Probabilmente grazie alla sua parte storica molto ben costruita. A me piacciono molto anche i gialli classici, quindi non poteva non piacermi!

      Elimina
  2. Bellissimo l'ho letto appena uscì e ora aspetto gli altri della serie!

    RispondiElimina
  3. Uhm. Questo mi sembra di averlo in lettura tra poco... con i gialli faccio sempre un po' di fatica, ma sono curiosa di conoscere questo libro!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curiosa di sapere se la Fellowes saprà conquistare anche una thriller addicted come te!

      Elimina
  4. Bella la recensione e sembra bello anche il libro.

    RispondiElimina
  5. Non sei la prima che sceglie questo libro in una rubrica, non è il mio genere purtroppo, nonostante la bella recensione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Sonia.
      Se non ti piacciono storici e gialli, passa oltre ;)

      Elimina
  6. Non è del tutto il mio genere però devo dire che un pò mi hai incuriosita

    RispondiElimina
  7. Questo libro mi ispira molto, e sono d'accordo con te, la copertina è davvero bella.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adoro questa copertina e devo dire che rispecchia perfettamente il contenuto.

      Elimina
  8. Anche io sono curiosa di scoprire come si evolveranno in futuro i ruoli delle sorelle! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vedo l'ora di leggere come verranno caratterizzate! Già in questo romanzo sono state abbozzate le varie personalità. Curiosissima

      Elimina
  9. È nella mia Wish list e non vedo l'ora di leggerlo! Complimenti per la recensione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Laura!
      Penso proprio che piacerà molto anche a te ;)

      Elimina
  10. Anche io non vedo l'ora di leggere il prossimo!!!

    RispondiElimina
  11. Non conoscevo affatto la serie, ma penso proprio che gli darò una possibilità perché sei riuscita a incuriosirmi molto, in più ultimamente sono in vena di gialli :D

    RispondiElimina
  12. Mi sembra di capire che si avvicini molto ai gialli della Christie, potrei farci un pensierino.

    RispondiElimina
  13. Devo recuperare il primo della serie al più presto! (ultimamente ne ho da recuperare!). Bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È questo il primo, Tessa. Per una volta non devi correre a recuperare, e ti consiglio vivamente di di iniziarla, questa serie. Merita ;)

      Elimina
  14. Aahhh sono contenta ti sia piaciuto!!! Io l'ho adorato!!

    RispondiElimina
  15. questo è un libro che ho in wish list ma che ancora non sono riuscita a leggere. trovi solo pareri positivi in merito e quindi mi toccherà rimediare al più presto!
    Recensione adorabile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chicca!
      Devi recuperare, è una lettura piacevolissima!

      Elimina
  16. libro che mi incuriosisce parecchio. bella recensione!

    RispondiElimina
  17. L'ho iniziato anche io e già respiro l'aria dell'epoca, mi è piaciuta tanto la tua recensione, ora sono ancora più curiosa. Ciao vado a leggere

    RispondiElimina
  18. Non conoscevo questo libro e devo dire che m'ispira parecchio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il bello di questa rubrica è anche farci conoscere titoli nuovi ;)

      Elimina
  19. Eh questo romanzo mi chiama...
    Ogni tanto leggo una splendida recensione e mi fa venire l'acquolina in bocca.
    Lo devo comprare assolutamente.
    Adoro i gialli classici, e adoro ancora di più i gialli classici con una solida ambientazione storica.
    Bellissima recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefy!
      Sono certa che questo sia un romanzo che a te piacerebbe molto.

      Elimina
  20. Concordo con la tua recensione, fusione di giallo classico e romanzo storico ben riuscita.

    RispondiElimina

Posta un commento