[Blogtour] Il cacciatore di sogni di Sara Rattaro



Eccoci giunti alla quarta tappa del Blogtour dedicato al nuovo libro di Sara Rattaro "Il cacciatore di sogni" edito da Mondadori. 
Dopo aver conosciuto meglio i libri per ragazzi con La lettrice sulle nuvole e aver approfondito il tema del romanzo con La Libridinosa, oggi a noi tocca l'onore di intervistare l'autrice, Sara Rattaro, una persona di una disponibilità infinita.
Mettetevi comodi perché quando è Sara a parlare si vorrebbe poter fermare il tempo, tanto è piacevole starla ad ascoltare. 
Partiamo quindi con domande e risposte:

Innanzitutto una domanda che probabilmente in questo periodo ti sentirai rivolgere molto spesso: da cosa nasce l'esigenza di cambiare completamente pubblico e cimentarti nella scrittura per ragazzi?
Questa storia è un pezzo del mio cuore. Mi fu raccontata da bambina e si è infilata sotto la mia pelle rendendomi sempre più orgogliosa di conoscerla. È per questo che ho deciso di raccontarla ai ragazzi, perché spero che anche loro ne siano fieri e che questa avventura illumini anche la loro via.

In questo momento l'argomento "vaccini" è un tema che infiamma le masse e anche tu nel libro racconti i timori dei genitori nel sottoporre i propri figli alla vaccinazione, il senso di protezione che fa vedere le cose attraverso il filtro della paura. Come mai hai voluto trattare proprio questo argomento? Si è trattato di coincidenza o di intenzione? E perché hai scelto di raccontare proprio di Sabin?
Il progetto è nato molto prima di tutto il caos mediatico dei vaccini che ha travolto il paese. Sabin è il mio mito umano da sempre ma sono felice che possa essere preso un esempio. Se non ci fosse stato lui forse oggi non staremmo qui a discutere di vaccinazioni pur essendo in perfetta salute, forse saremmo qui ad implorare la somministrazione un vaccino che ci salvi la vita. 
Quanto c'è in questo libro della tua esperienza lavorativa come biologa?
A distanza di tanto tempo, ho la tentazione di dire che questa storia ha influito le mie scelte più di quanto immaginassi. Ho scelto la scienza e oggi la scrittura. Sono felice di essere una donna di scienza che scrive, mi fa sentire libera. Forse se non ci fosse stata quella storia le cose sarebbero andate diversamente. 
Abbiamo apprezzato molto lo schema narrativo che alterna le vicende del bambino protagonista del libro alla storia del ricercatore. Perché questa scelta?
Ho immaginato di scrivere un romanzo in cui un ragazzo di oggi si potesse immedesimare o forse ho solo trascritto sulla carta quello che sarebbe stato il mio sogno: salire su un aereo e sedermi accanto ad Albert Sabin.

Nel romanzo la musica è coprotagonista. Come mai hai deciso di darle un ruolo così rilevante?Parlare di musica, sebbene io la conosca in modo superficiale, è bello, arricchente e molto narrativo. Sono una mamma e non mi dispiacerebbe dare a mio figlio la possibilità di avvicinarsi alla musica. L’ho raccontata per questo.

• In questo libro si sottolinea quanto sia importante sostenere i figli assecondandone le inclinazioni, incoraggiandoli a realizzare i propri sogni. Come è stata la tua esperienza di figlia a questo proposito? Un’esperienza positiva. Sebbene negli anni della mia infanzia questo non era poi così scontato, ho avuto due genitori che mi hanno sostenuta nelle scelte e non hanno desiderato che io fossi solo un loro clone

Ecco, questa è Sara Rattaro: una donna sensibile e caparbia, oltre che una bravissima autrice. Se vi dovesse capitare di sapere che terrà una presentazione vicino a casa vostra, precipitatevi ad ascoltarla perché ne vale davvero la pena!
Noi la ringraziamo per la disponibilità e la tempestività con cui ha risposto alle nostre domande e a voi diamo appuntamento a domani sul blog "La spacciatrice di libri" dove Grazia vi parlerà del personaggio del libro.

Vi ricordiamo infine le regole per partecipare al Blogtour.
Per potersi aggiudicare la copia cartacea de “Il cacciatore di sogni” di Sara Rattaro, gentilmente messa in palio dalla Casa Editrice Mondadori, bisognerà seguire queste regole:

• Essere Lettori Fissi di tutti i blog

Due lettrici quasi perfette
La lettrice sulle nuvole
Leggere in Silenzio
La spacciatrice di libri
Scheggia tra le pagine
Silenzio, sto leggendo  (il segui è su Bloglovin')

• Cliccare "Mi Piace" alle pagine Facebook di tutti i blog 


• Cliccare mi piace alla pagina Facebook di Sara Rattaro

• Commentare tutte le tappe del Blogtour

Nella prima tappa sarà necessario lasciare una mail a cui essere contattati in caso di vincita del Giveaway.
Il blogtour si concluderà il 17 ottobre alle ore 19Tutti i commenti lasciati dopo quell’ora non saranno ritenuti validi. 
Il nome del vincitore verrà comunicato mercoledì 18 ottobre all’interno delle recensioni sui vari blog.
In bocca al lupo a tutti!


Commenti

  1. Ottima scrittrice e ottima persona!

    RispondiElimina
  2. Mi piace... mi piace... mi piace....

    RispondiElimina
  3. Sara Rattaro mi piace tantissimo. Ho assistito ad una delle sue rappresentazioni e l'ho trovata simpaticissima e molto disponibile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simpatica, disponibile, preparata e una grande oratrice

      Elimina
  4. oh ma che bella intervista! sono ancora più curiosa di leggere il libro adesso!

    RispondiElimina
  5. Mi piace tanto... ho letto tutto ciò che ha scritto e magari venisse a presentare il libro vicino a dove abito! mi precipiterei!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E faresti benissimo! Assistere ad una sua presentazione è un'esperienza molto coinvolgente

      Elimina
  6. Davvero una persona dolcissima Sara ❤
    Non vedo l'ora di leggere questo suo nuovo romanzo!
    Sono curiosa di scoprire questo connubio tra scienza e musica.

    Partecipo al blogtour e al giveaway 🐞🍀
    Lettori fissi: Rosy Palazzo
    Mail: rosy.palazzo1612@gmail.com
    Facebook: Rosy Palazzo

    https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=987376758080722&id=100004252210765

    Grazie mille per l'opportunità!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te. In questo romanzo Sara è riuscita a fondere passato e presente in una storia deliziosa

      Elimina
  7. una scrittrice ma anche una donna di scienza. che altro dire? brava brava brava. libro che mi ispira tantissimo!
    Luigi Dinardo
    luigi8421@yahoo.it

    RispondiElimina
  8. Bella intervista, oltre che un'autrice è anche molto una donna di scienza,ed è davvero interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mia figlia dodicenne vorrebbe fare lo scientifico e le piace scrivere. Ha sentito Sara a Tempo di Libri e ne è rimasta affascinata, è diventata il modello a cui ispirarsi.
      Stefi

      Elimina
  9. Ho scoperto Sara per caso...mi son ritrovata un suo libro sbirciando tra una bancarella di libri usati a 2euro...mi ha colpito la copertina e lho acquistato. brava si, molto.
    Sono lettrice fissa di tutti i blog e pollicione in su per le pagine fb.
    Un bacio, Ale

    RispondiElimina
  10. Complimenti molto interessante l'intervista, ho scoperto cose su l'autrice che non conoscevo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Per la partecipazione al Blogtour ti ricordiamo che è necessario commentare tutte le tappe ;)

      Elimina
  11. intervista davvero perfetta e interessante ;)

    RispondiElimina
  12. Bella persona e seria! Ho un suo libro già in mio possesso da leggere nella mia WL ;)
    https://www.facebook.com/michela.martorelli.5/posts/1460004537449422?pnref=story
    mila.mali@hotmail.it

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Michela.
      Sara è veramente una bella persona e in quello che fa ci mette tutto il cuore.

      Elimina
  13. Un'intervista davvero splendida. Mi piace la persona che traspare dietro le parole di Sara. Anch'io ammiro molto i dottori che hanno inventato i vaccini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sorairo,
      in questa intervista Sara si è raccontata attraverso le sue due grandi passioni: la scienza e la scrittura e il ritratto che ne esce è veramente bello.

      Elimina

Posta un commento